E’ già ieri

Ai bordi della strada si stende la campagna e noi a parlare e a guardarla dal vetro,
tra le case che spuntano e si perdono dietro, come scritte cancellate da sopra una lavagna.
Abbiamo preso a raccontarci tante cose, storie buffe, sogni e poi castelli in aria
e di un viaggio in quella terra straordinaria dove non appassiscono le rose.
Camminando l’ombra è un punto quasi fermo.

Una fitta che mi prende giù allo sterno per quello che mi dai e per quello che mi chiedi..

Finché d’improvviso è giunta l’ora di tornare….in fondo è il sapore di quest’oggi ormai ieri,
scoperto in questo nuovo giorno senza senso che ho immaginato vuoto e invece è così intenso,
bagnato dal torrente dove fuggono i pensieri perché in punta di piedi un altro giorno è andato fra tanti,
in cui si lotta a tirare a campare, dove è così bello ridere e a volte ricordare due mani strette…

love

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...